El m picctt (Edoardo Bossi)     

 

Testo originale Traduzione

 

 El m picctt
 (al m amis Mario Scurati)
 
 M car Maritt, el riva anca in de m
 quand tacca el frgg e cala la scighera,
 el salta, el cippa e par chel voeura d:
 Ehi t, guarda, son ch in su la fiorera!
 
 Ghhoo p n lrt e ne l giardin, insc
 el ghha de contentass de la ringhera.
 Ma se ghimprta a l doe l finii,
 ghe basten tr freguj per tir sera.
 
 Insc, quand hoo finii el m disn,
 scorlissi la tovaja in sul poggioeu;
 passaa on moment, l giam l a becc
 
 e quand l pien, el gira el coo e poeu,
 guardandom de travrs, el cippa-l:
 Beh, per incoeu son prppi sagollaa!

 

Il mio pettirosso

(Al mio amico Mario Scurati)

Mio caro Mario, arriva anche da me
quando inizia il freddo e scende la nebbia,
salta, cinguetta e sembra voler dire:
Ehi tu, guarda, son qua sulla fioriera.

Non ho pi ne lorto ne il giardino, cos
si deve accontentare della ringhiera.
Ma cosa importa a lui dove finito,
gli bastano tre bricciole per tirar sera.

Cos, quando ho finito il mio pranzo,
scuoto la tovaglia sul balcone:
passato un attimo, gi l a beccare

e quando sazio, gira la testolina e poi,
guardandomi di sbieco, cinguetta:
Beh, per oggi sono proprio sazio!
 

Commento

 

Invia i t penser, i t emozion (anca in italian o ne la lengua che te par)