L'ospizi di vecc (Gino Toller Melzi)              

 

Testo originale Traduzione letterale 

 

L'ospizi di vecc

 

Odor de verz buii,

de saraa s, de muff,

de corp vecc che deslenguen

d per d; facc sbasii,

oeucc sbarattaa in del voeuj,

man che tremmen; sui bocch

senza p dent, paroll

appenna ciccioraa

che voeuren d nagotta.

Forsi de tant in tant

(lusnad subit smorzaa)

ghe passa per la ment

on quai ricord. E vann

(on pover rosc sbandaa)

ognidun per s cunt

a quell apontament

che i scassar per semper;

e l' dom on sbadilli

fiacch de l'eternitaa.

 

Commento

 

Invia i t penser, i t emozion (anca in italian o ne la lengua che te par)