In conflitt col m cervell (Angelo Manzoni)                         

 

Testo originale Traduzione

 

In conflitt col m cervell

 

Laltra ntt, capita spess, me dessedi.

Sbaratti foeura i oeucc, guardi per ari,

i filidur de lus me fann de circondari.

 

Tutton bott se impizza anca el cervell,

menomal, el fonziona almeno quell;

el fatto l che de sera, dopo i des,

l el ragina dom col milanes.

 

On poo el capissi, per, certi parll,

che garbuj la grammatica!

me manca on poo la pratica;

l el va innanz, mi capissi pcch, nagtt

e a la fin-fin ven foeura on rebeltt!

 

Sora on foeuj de carta, lapis in di man,

senza occiai e cont on fil de lus,

me metti a scriv, qell che l me suggeriss.

 

El tira innanz on poo, poeu l simpappina

Basta adss, mi son stracch e bonanott

e torni in lett, bell quiett fin vers i vtt.

 

Quand me dessedi, in pressa levi-s

per ved quel che l l mha faa mett-gi,

metti i occiai e ...oh mamma che besasc,

el foeuj l bianch, appena on quai spegasc!

 

Controlli, guardi. e intendi che per scriv,

in poesia, per gionta,

l minga assee on lapis con la ponta!

 

Commento

 

Invia i t penser, i t emozion (anca in italian o ne la lengua che te par)