I ann pussee bei (Roberto Marelli)              

 

Testo originale Traduzione letterale 

 

I ann pussee bei

 

...e giugavomm a nascondes,

ai faccett o a tegheleet,

coi cicchtt al gir d'Italia,

e a f i gar col careltt!

 

Sassaiol, cores adree,

tacc lit, fa i resitt,

poeu d'estaa tucc al Sassee,

a f el bagn insemma ai ratt!

 

Se passava la giornada

a pee bitt e calzonitt

sui sass guzz de la rizzada,

liber, come passaritt!

 

El m mond l'era San Lorenz,

la Piazzetta, i m amis;

gh'hoo in di orcc anm i cadenz,

d'on dialett cont i barbis!

 

Oh, Signor, quanto giug,

con la lippa e i soldarin

a mago libero in sul sagraa...

f merenda coi ciuchin!

 

Pensi anm a ona tosetta

pensi al dolz di s basitt:

senti anm la soa vosetta

l dedree del Costantin.

 

Hoo perduu la mia Milan,

senti p el s profumm,

l' sparii quell bell tran-tran

che animava el m rion.

 

Voo a f on gir in sul sagraa,

nanca on fioeu...gh' p nissun!

Giri i tacch per torn a ca':

foo part ormai di tradizion!

 

Gli anni pi belli

 

  e giocavamo a nascondino,

alle figurine o a ce lhai,

con le biglie al giro dItalia,

e a fare le gare con i carrellini!

 

Sassaiole, rincorrersi,

litigare, fare gli attaccabrighe,

poi destate tutti al Ghiaione,

a fare il bagno con i topi!

 

Si trascorreva la giornata

a piedi nudi e calzoncini

sui sassi aguzzi del selciato

liberi, come passerotti!

 

Il mio mondo era San Lorenzo,

la Piazzetta, i miei amici;

ho nelle orecchie ancora le cadenze,

di un dialetto con i baffi!

 

Oh, Signore, quanto giocare,

con la lippa e i soldatini

a mago libero sul sagrato

far merenda con le castagne secche!

 

Penso ancora a una ragazzina

penso al dolce dei suoi bacini:

sento ancora la sua vocina

dietro il Costantino.

 

Ho perduto la mia Milano,

non sento pi il suo profumo,

sparito quel bel tran-tran

che animava il mio rione.

 

Vado a fare un giro sul sagrato,

neanche un ragazzo non c pi nessuno!

Giro i tacchi per tornare a casa:

faccio parte ormai delle tradizioni!

Commento

 

Invia i t penser, i t emozion (anca in italian o ne la lengua che te par)