Frazion de segond (Mirella Zagni Sarto)      

 

Testo originale Traduzione letterale

 

Cont oeucc curios
rivedi l'univers di m gioeugh
e foo fadiga a cred che quella c,
finester, scal, sien i stess,
ma dopo el corridor, vardand i port
proeuvi on stremizzi...
voeuna l' cambiada: senza lus...

Frazion de segond...

La nostalgia la me mett i al:
passi per quella prta
e giri per i stanz come inlocchida
coi man e cont i pe che stann-n quiett.

Guardi on liber de musica,
sfiori la macchinetta de cus...
tutt me ciama...me incanta...

In del gust de 'sto gioeugh,me perdi via
e sari i oeucc, e lassi el m sentor
de induvin profumm, stria e color
e me corr in del sangh
on mar de sensazion:
senti carezz, ridad,
senti 'na vs "BONDI' TOSETTA MIA"

Frazion de segond...
e cessa ogni vision
e moeur sora i m lavor
buient de voeuia de d
e m salut.

Frazion de segond...

On ventasc prepotent
l'ha snmorzaa quella lus:
i oeucc de la mia mama
che portaven el s in ogni canton

 

Commento

Primo premio al Concorso "IL SOLCO" per poesie in dialetto lombardo.
E' in un attimo che si rivede il passato e si prova nostalgia per persone, profumi e colori.
Quella casa, quelle finestre e quelle scale riportano il poeta ai giochi dell'infanzia, agli anni dell'adolescenza, i ricordi nel guardare un libro di musica, sfiorare la macchina da cucire...
Il vento forte spegne la luce, la riduce alla realt: gli occhi della madre illuminano ancora ogni angolo della casa.

Invia i t penser, i t emozion (anca in italian o ne la lengua che te par)