Madonnina calabresa (Grazia Sullo Ogliari)      

 

Testo originale Traduzione letterale 

 

Madonnina calabresa

 

Anca l'altr'ann son vegnuda ch in de T
oh Madonnina, Madonnina calabresa,
sconduda in d'ona grtta, in di montagn;
son m, son la Toa tosa milanesa.

 

L'era tant temp che m vegnivi ch,
e Te cercavi ona grazia, semper quella,
possibil stufiss minga de brutt
a sent ona vs che te martella?

 

Gh'avevi on fioeu, l'era come aveghel p,
e T te see 'l perch, Te see tusscss;
l' staa mandaa in 'sta terra benedetta,
T'hoo sfidaa: "proeuva T a f on quajcss!"

 

Hinn passaa i ann, ann pien de dolor
el m torment l' diventaa preghiera:
"Lassa n ch'el se perda fin in fond,
juttel T a cominci 'na vita vera!"

 

Anca quest'ann son vegnuda ch in de T,
son m, son la Toa tosa milanesa,
ma T'el vedet? Son n 'rivada sola!
Grazie col coeur, bianca Mamma calabresa!

 

Madonnina calabrese

 

Anche lanno scorso sono venuta qui da Te

oh Madonnina, Madonnina calabrese,

nascosta in una grotta, fra le montagne;

sono io, sono la tua figlia milanese.

 

Era molto tempo che venivo qui,

e Ti chiedevo una grazia, sempre quella,

possibile non stancarsi

nel sentire una voce che ti martella?

 

Avevo un figlio, era come non averlo pi,

e Tu sai il perch, Tu sai tutto;

stato mandato su questa terra benedetta,

Ti ho sfidata: prova Tu a fare qualche cosa!

 

Sono passati gli anni, anni pieni di dolore,

il mio tormento diventato preghiera:

Non permettere che si perda fino in fondo,

aiutalo Tu ad iniziare una vita vera!

 

Anche questanno sono venuta qui da Te,

sono io, sono la tua figlia milanese,

ma lo vedi? Non sono arrivata sola!

Grazie di cuore, bianca Mamma calabrese!

Commento

 

Invia i t penser, i t emozion (anca in italian o ne la lengua che te par)