Per on nostalgich del temp andaa  (Pier Luigi Amietta)     

 

Testo originale Traduzione letterale 

 

Per on nostalgich del temp andaa

 (Canzon seconda)

 

Va ben la nostalgia di temp andaa,
di Navili con l'acqua bella netta,
di c cont i lingher e 'l spazzac,
el caf del genoeucccon la carretta...

 

Ma, per pies, giremm Milan incoeu,
giremmel con l'idea de desquattall
come se'l fuss 'na dnna 'l nst caroeu
e pientemmela l de casci ball.

 

Vers i sett or, quand el s el va al cobbi:
piazza de la Repubblica, i Giardin
e Monte Merlo, in mezz ai tilli, ai pobbi,
a piant grand come c, piscinin.

 

Poeu via Palestro, tir innanz bell bell,
e cors Venezia, vestii de la ls
di vedrinn sbarlusent, stta i primm stell.
Guard i tosann salt foeura del bs

 

de la Mtro...San Babila e poeu dent
in del Cors, senza 'vegh macchin dedree;
San Carlo, i Portegh, fermass dent per dent
e poeu and innanz, ltt ltt, semper a pee.

 

E infin ved, l in fond, drizzass el Dmm
- in mezz ai nivol rsa i gli negher -
e in alt, lustra e dorenta come on pmm
(mj de la Torr Eiffl, mj del san Peder)

 

la pussee alta, Lee...la Madonnina.
Nostalgich, per pies, gira Milan
ai sett de sera, quand el d 'l se ninna
invrs la ntt e 'l se cobbia pian pian...

 

Riconoss che Milan l' bell incoeu!
Cossa te diset? Che Milan l' "bella"
e n "bell", perch tosa e minga fioeu?
Va ben istess. T'hee capii?...
Camamlla!

 

Coa

Sar staa bell, sar staa bell 'me l'era,
ma 'me l' bell Milan, ai sett de sera!

 

Per un nostalgico dei tempi andati

(Canzone seconda)


Daccordo la nostalgia dei tempi andati,

dei Navigli con lacqua bella pulita,

delle case con le ringhiere e il solaio,

il caff del ginocchio col carretto...

 

Ma, per favore, giriamo Milano oggi,

giriamolo con lidea di scoprirlo

come fosse una donna o il nostro beniamino

e smettiamola di raccontare frottole.

 

Verso le sette, quando il sole tramonta

piazza della Repubblica, i Giardini

e Monte Merlo, in mezzo ai tigli, ai pioppi,

a piante alte come case, o piccole.

 

Poi via Palestro, proseguire beatamente,

e corso Venezia, investiti dalla luce

delle vetrine sfavillanti, sotto le prime stelle.

Guardare le ragazze scendere dallautobus

 

dal Metr... San Babila e poi inoltrarsi

nel Corso, senza avere macchine dietro;

San Carlo, i Portici, fermarsi ogni tanto

e poi proseguire, tranquillamente, sempre a piedi.

 

E infine vedere, l in fondo, svettare il Duomo

- in mezzo a nuvole rosa le guglie scure

e in alto, lucente e dorata come una mela

(meglio della Torr Eiffel, meglio di San Pietro)

 

la pi alta, Lei... la Madonnina.

Nostalgico, per favore, gira Milano

alle sette di sera, quando il giorno si ninna

verso la notte e si corica pian piano...

 

Riconosci che Milano bello oggi!

Cosa dici? Che Milano bella

E non bello, perch femmina e non maschio?

Va bene comunque. Hai capito?...

Sveglione!

 

Coda 

Sar stato bello, sar stato bello comera,
ma com bello Milano, alle sette di sera!

Commento

 

Invia i t penser, i t emozion (anca in italian o ne la lengua che te par)