San Martin (Carlo Alberti)           

 

Traduzione  Testo originale

 

San Martin

(da "I rimm noeuv" di Giosu Carducci)

 

La nebbia ai guzz colln

la gtta e la va 'n s,

e al vent ch' el bffa anl

muggss tutt s' cimm el mar.

 

L 'n del paes in strada

dai tinn vegn col surbj

del vin sto brsch garbj

che 'l d 'n pias ' nsc car.

 

Gira 'n sui scicch in fimm

col rst ch' el frg la vis'cia:

sto cacciadr che 'l fs'cia

l a l'ss in pee 'l compr

 

coi oecc al foegh di nvoi

indove usj tucc nr

a rsc vann 'me penser

l 'n ciel a l'ltim cir.

 

EI vtt de Settmber 1981, de dree di calcgn del nost Cardcci coi mee vers in meneghn, che vann con "I" a spass, ma per col coo bass...

 

San Martino

(da "Le rime nuove" di Giosu Carducci)

 

La nebbia a gl'irti colli
Piovigginando sale,
E sotto il maestrale
Urla e biancheggia il mar;


Ma per le vie del borgo
Dal ribollir de' tini
Va l'aspro odor de i vini
L'anime a rallegrar.


Gira su' ceppi accesi
Lo spiedo scoppiettando:
Sta il cacciator fischiando
Su l'uscio a rimirar


Tra le rossastre nubi
Stormi d'uccelli neri,
Com'esuli pensieri,
Nel vespero migrar.
 

Commento

 

Invia i t penser, i t emozion (anca in italian o ne la lengua che te par)