Ottober del primm noeuvcent (Augusto Banfi)   

 

Testo originale Traduzione letterale 

Ottober del primm noeuvcent

 

Ottober, gh' i t segn.

I sgrsor de l'arietta...

per ari la nebbietta...

in strada i primm castegn...

 

EI birlo el cr: cicch... ciacch...

sgiaccaa de la scuriada,

finna ch'el borla stracch

in mezz a la risciada...

 

Di fioeu, sora el segraa,

giughen a passarella,

la salta a la p bella

la rella senza fiaa...

 

e sbragen, sti bagaj:

prum... molla el baston!

 L' foeura! Dagh on taj!

 Polenta!... Polenton!

 

Poden n rassegnass,

doman tornen a scoeula!

E l'ultima tegnouela,

prima de indormentass,

 

anm la s'insebiss

intoma al campanin...

Tcchen a inrusginiss

i foeuj del m giardin...

 

Tripilla el cioc

in mezz a i ramm del pin...

Madura el zenzuin

e l' pront de scorl.

 

Zirlen in la bressanna

i levagioeugh zippon

per f crod in l' antanna

drd e frangui a monton.

 

L' adre a moeuves el pass

de on badalcch de usei,

a nvol i stornei

comnzen a introppss...

 

Trnen insc al s post,

denanz al brandinaa

el spd col mennarost

su i brasch del fogoraa.

Ottobre del primo novecento  traduzione dell'Autore

 

Ottobre, ci sono i tuoi indizi.

I brividi nel venticello...

per l'aria la nebbiolina...

in strada le prime castagne...

 

La trottola s'aggira: cicch... ciacch

scagliata dalla frustata,

finch si rovescia stanca

in mezzo al selciato...

 

Dei fanciulli, sul sagrato

giocano a mazzascudo,

salta alla pi bella

la lippa senza fiato...

 

e urlano, questi bambini:

Primato... lascia il bastone!

E' fuori! Smettila!

Polenta! Polentone!

 

Non possono rassegnarsi,

domani ricomincia la scuola!

E l'ultimo pipistrello,

prima di andare in letargo,

 

ancora d spettacolo

intorno al campanile...

Cominciano ad arrugginire

le foglie del mio giardino...

 

Guizza la cinciamora

in mezzo ai rami del pino...

matura il giuggiolo

ed pronto da scrollare.

 

Zirlano nella bressanella

gli zimbelli da richiamo

per far cadere nella rete

tordi e fringuelli in quantit.

 

Sta per muoversi il passo

di un profluvio di uccelli...

a nugoli gli storni

cominciano a riunirsi...

 

Tornano cos al loro posto

davanti agli alari

lo spiedo col girarrosto

su le braci del camino.

Commento

 

Invia i t penser, i t emozion (anca in italian o ne la lengua che te par)