on...Brindes... (Carlo Porta)                                      

 

Testo originale Traduzione

 

Brindes scritt a l'Ostaria de la zittaa

a on disn de allegria  (1815)


M ve preghi a dispensamm
De f vers in sui duu pee,
Perch, minga per lodamm,
In sto genner sont tripee.
Stenti a fai settaa polid,
Figurev poeu insc sui did.


Paricc voeult per allegria
In sul fin d'on quai disn,
Ho provaa a moll la bria
Al me ingegn per fall trott;
Ma el bel trott l' staa trii pass,
E poeu, trccheta, fermass.


E el bel frutt che n'hoo cavaa
De sti mee speculazion,
L' staa quell d'ess saludaa
Per el primm re de mincion.
No, no, no, me catten p !
Vuj d pesg, ma pensagh su.

 

Commento

L'Ostaria de la zittaa l' Osteria de la Ns che all'epoca si trovava nel sobborgo di Porta Ticinese e nella quale un angolo suggestivo era costituito dalla stanzetta di Carlo Porta, dove il Poeta trascorreva liete serate e giornate in compagnia di amici. Forse qui, "in on disn de allegria" (dice Luigi Medici) nata la poesia proposta pi sopra, nella quale el Carlin si scherniva d'improvvisare un brindisi in versi.

Invia i t penser, i t emozion (anca in italian o ne la lengua che te par)