Malinconia d'ottober (Alberto Giovannini)            

 

Testo originale Traduzione letterale 

 

Malinconia d'ottober

 

 El soo, timid e smrt, l' tramontaa

in mezz ai nivol, l, dedree ai montagn.

Cala ona nebbia bassa a quatt i praa,

che la se tacca ai pagn

e la te mett on umidisc adss

coi sgrsor  che te vann fina in di ss.

 

L' ottober! Ona quaj foeuja gialdina

la resist ai ventad, taccada ai ram,

ma in di bosch, su di pign sr se camina

de foeuj pront a fa stramm.

La borla gi,  per romp la pas che regna,

de spess, cont on colp sord, 'na quaj castegna.

 

L' gi sera ai ses or! Ogni paisan

el s camp e i s arnes l'ha gi lassaa

e, adess, l' settaa gi a scaldass i man

visin al fogoraa.

Silenzi e nebbia spessa! Par che'l sia

prpi sto mond soturno  in agonia.

 

Sul dss a guarda gi in de la vallada

gh''l campsant contornaa de ses cipress

e ona gran cros, de ntt inluminada,

che ai mrt la sta l apress;

l' 'sta lus, che dal ciel par che la riva,

in mezz al scur, l'unica rba viva.

 

Malinconia dottobre

 

Il sole, timido e pallido, tramontato

fra le nuvole, l, dietro le montagne.

Scende una nebbia bassa a coprire i prati,

che si attacca ai vestiti

e mette un umidiccio addosso

con i brividi che ti vanno fin dentro le ossa.

 

ottobre! Qualche foglia giallina

resiste ai colpi di vento, attaccata ai rami,

ma nei boschi, si cammina su dei mucchi soffici

di foglie pronte a far da strame.                                      

Cade, per rompere la pace che regna,

di frequente, con un colpo sordo, una qualche castagna.

 

gi sera alle sei! Ogni contadino

i suoi campi ed i suoi arnesi ha gi lasciato

e, ora, seduto a scaldarsi le mani

vicino al focolare.

Silenzio e nebbia densa! Sembra che sia

proprio, questo mondo tetro, in agonia.

 

Sul dosso, a guardar gi nella vallata

c il camposanto contornato da sei cipressi

ed una gran croce, illuminata di notte,

che sta l vicino ai morti;

questa luce, che sembra arrivare dal cielo,

in mezzo al buio, lunica cosa viva.

Commento

 

Invia i t penser, i t emozion (anca in italian o ne la lengua che te par)