Ona bna amisa (Giuseppe Margorani) 

 

Testo originale Traduzione letterale 

   

Ona bna amisa

 

La vedi spess e specialment de sera
quand cala quietta l'ombra,
senza f differenza de stagion,
sia cald, sia fregg, per lee
el temp l' semper bon...
la fa minga frecass
ma m la senti istess,
l' discreta, l' bona'
e semper tanto viva.
Ghe voeuri ben e quand la troeuvi l
e me la senti apress
mi son tanto content forse perch
la me fa tanta tanta compagnia
e la impieniss el voeui che me circonda;
l' come se in del mar de la mia ment
rivass de colp on'onda
a moeuv i m penser e l' per quell
che per m l' important
e quasi semper noeuva.
Di vlt l' spiritosa,
alter vlt l' on poo seria, mai noiosa...
M ghe tegni al so ben, la senti mia
anca se soo che alter fann de tutt
per veghela anca lor
ma m rispetti tucc e insemma a lee
vivi i m or senza malinconia
e la tegni de cunt.Come faria
a sta ch deperm senza 'st'amisa,
quella che tutti ciamom "fantasia"..?]'

 

Una buona amica

 

La vedo spesso e specialmente la sera

quando quieta cala lombra,

senza fare differenza di stagione,

sia caldo, sia freddo, per lei

il tempo sempre buono

non fa rumore

ma io la sento ugualmente,

discreta, buona

e sempre tanto viva.

Le voglio bene e quando la trovo l

e me la sento vicina

io sono tanto felice forse perch

mi fa molta, molta compagnia

e riempie il vuoto che mi circonda;

come se nel mare della mia mente

arrivasse di colpo unonda

a muovere i miei pensieri ed per quello

che per me importante

e quasi sempre nuova.

A volte spiritosa,

altre volte un po seria, mai noiosa

Io tengo al suo bene, la sento mia

anche se so che altri fanno di tutto

per averla pure loro

ma io rispetto tutti e con lei

vivo le mie ore senza malinconia

e la tengo cara. Come farei

a stare qui da solo senza questa amica,

quella che tutti chiamiamo fantasia ? 

Commento

 

Invia i t penser, i t emozion (anca in italian o ne la lengua che te par)