Ai giardinett (Luigi Cazzetta) 
 

Testo originale Traduzione

 

Ai giardinett

Settaa su ona banchetta ai giardinett,
hoo desmettuu de legg per on moment,
in del vedŔ andÓ in lÓ tutt l¨ on vegŔtt
a spass cont el nevod, ruzand a stent

on carrozzin! E mi ghe sont staa attent.
Con quij s˛ gamb piegaa e coi gambett
in alt del fiolettin ai quatter vent,
formaven tutt insema on bel quadrett.

El vŔcc el se poggiava al carrozzin
che el se moveva sott ai man tremant...
e denter el ballava el borl˛ttin.

Intant che se ne andaven senza tr¨scia
vedevi che rideven e ogni tant...
perdeven tucc e duu la soa ba¨scia.

ba¨scia*           saliva
borl˛ttin           cicciottello
tr¨scia              fretta
 

 

 

Ai giardinetti

Seduto su una panchina ai giardinetti,
ho smesso di leggere per un momento,
alla vista di un vecchietto
che passeggiava con il nipotino, spingendo a fatica

una carrozzina>! E mi sono messo ad osservare.
Con quelle sue gambe piegate e con le gambine
sollevate ai quattro venti del piccino,
formavano un bel quadretto d'insieme.

Il vecchio si appoggiava alla carozzina
che si muoveva sotto le mani tremanti...
e dentro ballava il cicciottello.

Mentre proseguivano senza fretta
li vedevo ridere e ogni tanto...
da entrambi colava la loro saliva.

 

Commento

*La soa bauscia  accomuna le due etÓ estreme della vita in un particolare che, detto con questi termini e in questo contesto, diventa vera poesia.

Invia i t˛ penser, i t˛ emozion (anca in italian o ne la lengua che te par)