M mader (Marco Candiani)          

 

Testo originale Traduzione letterale 

M mader

 

M mader dent per dent la barbottava

che m seri patii, che seri smrt.

M mader dent per dent la me diseva:

" ... te gh'hee ona brutta cera...

                           te tiret tard la sera..."

M mader la rognava, la vosava.

M mader, se tossivi, la pativa...

...m mader... la stuffiva.

Adess la rgna p, la tas, la vosa p.

La tas, la parla p e m la inzighi...

Ghe disi che son smrt,

che gh'hoo 'na brutta cera

perch foo tard la sera.

Ma lee la tas... la tas

e m... la ciami.

Mia madre

 

Mia madre di tanto in tanto borbottava

che io ero smunto, ero pallido.

Mia madre di tanto in tanto mi diceva:

"...hai una brutta cera...

                    fai troppo tardi la sera...

Mia madre era noiosa, gridava...

Mia madre, se tossivo, soffriva.

...mia madre... stufava

Ora non annoia pi, tace, non grida piu.

Tace non parla pi ed io la provoco...

Le dico che sono pallido,

che ho una brutta cera

perch faccio tardi la sera

Ma lei tace... tace

ed io... la invoco.

Commento

 

Invia i t penser, i t emozion (anca in italian o ne la lengua che te par)