On fior al moment giust (Marco Candiani)    

 

Testo originale Traduzione letterale 

 

On fior al moment giust

La scrizza la geretta di vialett,
Lumitt,
on strasc,
i zoffranej de legn.
I fior
color
profumm
rimrs on tant al mazz.
E l'era assee dom
'na margherita
cattada prpi l
foeura de c
ma regalada insc
de bna cera
insemma a ona parla de quej giust.
E cambiom l'acqua dent in di vaschett
e lustrom i ritratt cont i basitt
che pggiom con la ponta de duu did.
La scrizza la geretta stt i pee...
vemm via col coo bass,
se girom d, tr vlt
segn de la Cros
basin
magari on ciao
          e buttom i fior vecc in d'on bidon.

 

Un fiore al momento giusto

Scricchiola la ghiaia dei vialetti
Lumini,
uno straccio,
i fiammiferi di legno.
I fiori
colori
profumi
rimorsi un tanto al mazzo.
E sarebbe stato sufficiente
una margherita
colta proprio l
fuori di casa
ma regalata cos
di buona cera
con una parola di quelle giuste.
E cambiamo l'acqua dentro le vaschette
e lucidiamo le foto con i baci
che posiamo con la punta di due dita.
Scricchiola la ghiaia sotto i piedi...
ce ne andiamo a capo chino,
ci volgiamo due, tre volte
segno della Croce
baci
magari un ciao
          e gettiamo i fiori vecchi in un bidone.

Commento

Vero che a un certo punto della vita la stessa domanda ce la siamo posta in molti ?

 

Invia i t penser, i t emozion (anca in italian o ne la lengua che te par)