Chi g'ha temp, no specia temp (Giovanni Ventura) 

 

Testo originale Traduzione

 

Chi g'ha temp, no specia temp

 

De tutt i stramberij che g'ha la gent,

La pussee grossa la me par a m

Quella de speci a god on lter d

Quij coss che se p god in sul moment.

 

Vedi de fatt che quij che pensa insc

Per lo p crpen senza god nent,

E tutt quell c'hann vanzaa cont el sparm,

S'eI ppen poe i ered alegrament.

 

Fioeuj, se g'hemm quajcoss de god incoeu,

Godmel senza tant liron liran,

Perch la mort l' adree a men 'l folcioeu!

 

E la d dent com in d'on camp de gran,

Tajand s vecc e given e fioeu,

E nissun ghe po d: specia doman!

 

 Chi ha tempo non aspetti tempo

 

Di tutte le stramberie che ha la gente,

la pi grossa, a me sembra

quella di attendere unaltro giorno

per godere ci che si pu godere al momento.

 

Vedo, infatti, che quelli che la pensano cos,

per lo pi muoiono senza godere nulla,

e tutto ci che hanno accantonato col risparmiare,

se lo godono poi, allegramente, gli eredi.

 

Ragazzi, se abbiamo qualche cosa di cui godere oggi,

godiamolo senza tanti tentennamenti,

perch la morte sta vibrando la falce!

 

E ci d dentro come in un campo di grano,

stroncando vecchi, giovani, e ragazzi,

e nessuno le pu dire: aspetta domani!

Commento

 

Invia i t penser, i t emozion (anca in italian o ne la lengua che te par)