El progress (Giovanni Ventura)               

 

Testo originale Traduzione

 

El progress

 

Che 'l Progress el ghe sia el soo anca m;

E le capiss ogni fedel mincion

Dom ch'el pensa, ch'el p and in vagon

A ved Monsc'ia quter voult a! d.

 

Ma che 'l ghe sia in de l'educazion

L' propri quelI che stenti a diger,

Quand me spven su i scarp de ch e de l,

E me fumen la pipa, in sul muson.

 

Se'l fuss lcit d 'l coeur al temp d'adess,

Per m tant vorv d che sto costumm

EI me par pocch d'acord cont el Progress;

 

Vorev d che sto nost scol di lumm,

On poo ancam che i pipp devnten spess,

EI ris'cia d'ess ciamaa scol del fumm!

 

Il progresso

 

Che vi sia il progresso, lo so anchio;

e lo capisce ogni sciocco fedele,

basta che pensi che si pu andare, col treno,

quattro volte al giorno a Monza.

 

Ma che ci sia nelleducazione,

quello che proprio stento a digerire,

quando mi sputano sulle scarpe di qua e di l

e mi fumano la pipa sulla faccia.

 

Se fosse lecito parlare liberamente,

io vorrei dire che questo costume

va poco daccordo col Progresso;

 

vorrei dire che questo nostro secolo di luce,

aumentassero le pipe ancora un p,

rischierebbe dessere chiamato il secolo del fumo!

Commento

 

Invia i t penser, i t emozion (anca in italian o ne la lengua che te par)