La farfalla (Giovanni Ventura)                 

 

Testo originale Traduzione

 

La farfalla

 

Guardee quella farfalla

L intorna alla candira,

Guardee come la balla,

Guardee come la gira.

 

La cred fors che la sia

La fiamma on quaj bel fior,

Cialina! scapa via!

T'el sntet n 'l calor?

 

Oh dess! la par striada,

La par ligada l!

Ah! che la gh' ! L' andada.!...

Ma. n... l' ch, l' ch!

 

L' ch sul tavolin...

Vardela, poverinna!

Ghe s' brusaa on sciampin,

Ma tant la se strascinna,!

 

- E insc m t'ee imparaa?

Te l'ee sentuu'l brusor?

Adess che te l'ee usmaa,

T'ee vist se l'era on fior? -

 

Ma ohj dove la va?

Vardee, vardee, vardee!

La torna a rampeg

S per el candiree!

 

La; v su la candira...

La v fin sott al mar!...

Le guarda, le remira,,,

Chi sa coss' el ghe par!

 

- Tel vdet? set contenta?

Te see scoduu'l petitt? -

EI par che la me senta,

La fa bal i cornitt.

 

- Damm-a-tr a m, va va!

Scappa! t'ee vist assee!

Quella fiammetta stria

La voeur tiratt con lee!

 

Scappa! va l in giardin,

Povera desgraziada!

Va a medeg 'l sciampin

Col fresch de la rosada!

 

Se te pias tant el ciar,

L te gh'ee luna e stell,

Godi fin che te par

Senza ris'ci la pelI.

 

Va l! va a la serenna

Coi lusiroeul e i gr:

Gh' giust la luna pienna,.

Gh' on ciar che 'l par del d.

 

Ma lee l' quest! vardee,

La fa anm pesg de prima!

La ghe sussiss adree!

La ghe sbarbatta in scima!

 

Ah! che la gh'! l' dent!

La brusa! la gh' p!

L' minga on striament?

Fioeuj, pensmmegh s!

 

La farfalla

 

Guardate quella farfalla

l attorno alla candela,

guardate come balla,

guardate come gira.

 

Crede forse che la fiamma

sia qualche bel fiore;

sciocchina. Scappa via!

Non senti, no il calore?

 

Oh, adesso! Sembra stregata!

Sembra legata l!

Ah, c'! andata!. . .

Ma no. .. qui, qui!

 

qui sul tavolino...

guardatela, poverina!

Si bruciata una zampetta,

ma, tanto, riesce a trascinarsi!

 

E cos, mo', hai imparato?

Hai sentito il bruciore?

Adesso, che l'hai annusato,

hai visto se era un fiore?

 

Ma ohi, dove va?

Guardate, guardate, guardate!

Torna ad arrampicarsi

su per il candeliere!

 

Sale sulla candela. . .

sale fin sotto al lume!. . .

Guarda, rimira...

Chiss cosa le pare?

 

Lo vedi? Sei contenta

Sei soddisfatta?

E pare che mi senta,

fa ballare i cornetti.

 

Dammi retta!. .

Scappa! Hai visto abbastanza!

Quella fiammetta stregata

vuole attirarti con lei!

 

Scappa! Va l in giardino

povera disgraziata!

Va a medicare lo zampino

col fresco della rugiada

 

Se ti piace tanto la luce

l hai luna e stelle.

Godi fin che ti pare

senza arrischiare la pelle

 

Va l! Va all'aperto

con le lucciole e i grilli!

C' giusto la luna piena.

C' un chiaro che sembra giorno.

 

Ma lei, questo! Guardate

Fa ancora peggio di prima

Gli muore dietro!

Gli svolazza in cima!

 

Ah che c'! dentro!

Brucia, non c' pi!

Non una stregoneria?

Figlioli, pensiamoci su!

Commento

 

Invia i t penser, i t emozion (anca in italian o ne la lengua che te par)